Pubblicato il

Automassaggio per dolori scapolari

Ciao poler,

qualche giorno fa in una diretta su instagram mi avete chiesto dei rimedi per i dolori scapolari.

Quando inizia a fare pole, anche io ero messa ko da questi dolori.

Partivano fra le scapole e si irradiavano sotto al seno. Mi faceva male anche respirare.

Ho provato tutti i tipi di cerotti e balsami vari.  Ma l’unico sollievo arrivava dai farmaci fans per lo stadio acuto del dolore e successivamente i massaggi.

Dopo le gravidanze per non patire lo stesso dolore, ho preso in mano la situazione e ho agito su diversi fronti.

  1. ho potenziato molto i dorsali, sottoscapolari e romboidi.
  2. ho aumentato lo stretching di questi muscoli
  3. automassaggio con foamroller

Ho acquistato questo simpatico attrezzo su amazon, anche se pensavo fosse l’ennesimo attrezzo inutile che tanto adoro collezionare. Mi sono invece ricreduta e l’ho trovato fantastico.

Con il foam roller si possono fare diverse cose:

  • automassaggio muscolare
  • allungamento muscolare
  • mobilità articolare
  • riscaldamento muscolare

Cosa molto importante e che l’ utilizzo del foam roller è prevalentemente associato alla riduzione dei dolori muscolari, soprattutto dovuti a piccole contratture o affaticamento da gesto atletico.

La pressione che avviene grazie al proprio peso corporeo sul foam roller produce un perfetto automassaggio anche grazie ai bottoni propriocettivi , cioè quelle protuberanze che trovate sulla superficie del foam

Per avere un ottimo automassaggio la pressione dovrebbe essere localizzato sia sul punto in cui si avverte la contrattura ma anche su tutta la muscolatura circostante.

Qui lo trovate assieme ad altri “strumenti di tortura” e un ebook per spiegarvi gli utilizzi.

Vi lascio qui un video in cui mostro una piccola sequenza di automassaggio perfetta per noi poler!

 

Buon massaggio poler!

Pubblicato il

Differenze fra Femor e Xpole

Base e Plafoniera xpert

Ciao poler,

vorrei farmi una analisi di questi due pali, visto che in tante mi domandate la mia opinione in merito.

Il Femor ha un prezzo decisamente invitante rispetto all’ xpole e il motivo di tanta differenza di prezzo è molto semplice: il Femor è l’ xpole di 12 anni fa.

Il primo palo che comprai quasi 12 anni era fatto esattamente come il Femor.

Le parti si avvitavano fra loro nello stesso identico modo. La base e la struttura superiore erano identiche e si metteva in pressione dall’alto con la necessita di una scala e una gigante chiave inglese.

Quando avevo la mia prima sala di pole, dovevo montare e smontare i pali 3 volte alla settimana ed ogni volta con la scala era davvero molto scomodo.

Inoltre c’erano 2 grossi difetti nel sistema.

Quando si usava il palo in statico si avvitava ancora di più, rendendo difficilissima la divisione delle parti e lo smontaggio.

Ricordo ancora le bestemmie!

Negli anni la Xpole ha capito quali erano i punti critici dei suoi prodotti e ha provato a migliorarsi.

I successivi xpole avevano introdotto la messa in pressione dal basso e i fantastici xjoint i quali rendono i pali semplici da montare e smontare.

Quindi mi viene da darvi un consiglio molto semplice:

se dovete mettere un palo in casa fisso e usarlo sporadicamente, allora potete pensare ad un Femor.

Se dovete installare pali in una scuola, vi consiglio assolutamente di evitare i Femor e di prendere dei pali professionali.

Se a casa dovete montare e smontare il palo per esigenze di spazio, di nuovo vi sconsiglio i Femor.

Ultimo consiglio che posso darvi è di leggere le recensioni attentamente prima dell’acquisto.

Qui trovate il Femor

E qui trovate l’xpole.

Gli xpole sono anche in vendita nel mio shop, se avete bisogno di assistenza, scrivetemi pure.

Un saluto e buona pole